Installiamo impianti antenna centralizzati sia DTT che satellitari per condomini a Roma,

adeguamento impianto antenna condominiale, sostituzione la centralina.

Contatti email:  admin(chiocciola)220volt.it

tel:  3886943659

L’impianto centralizzato di antenna comporta i seguenti benefici strettamente connessi sia per la realizzazione di un unico impianto che rispetto alla tecnologia utilizzata :
1. eliminazione di antenne inutili e dannose sui tetti del condominio, di parabole sui balconi del palazzo e di cavi penzolanti dinanzi alle facciate, con conseguente riduzione dei costi di manutenzione di tetti e balconi ed aumento della sicurezza per la frequente caduta di antenne, soprattutto in caso di maltempo;
2. riduzione drastica dei costi di installazione e manutenzione d
egli impianti esistenti;
3. aumento significativo della qualità e della quantità dei

segnali televisivi ricevuti

Come un esempio vi propongo  la nostra proposta tecnica per un impianto DTT centralizzato -http://220volt.it/wp/impianti-tv/impianto-antenna-dtt-centralizzato-condominiale-per-roma-proposta-tecnica .

 

Gli impianti centralizzati d’antenna sono anche conosciuti come sistemi MATV (Master Antenna Television) e SMATV (Satellite Master Antenna Television). In cosa si distinguono un impianto centralizzato e un impianto autonomo?

La “guida tecnica 100-7” edita dal CEI “Comitato Elettrotecnico Italiano” riunisce gli aspetti normativi più importanti, per realizzare un impianto ricevente a regola d’arte, tra i quali ci sono i valori dei campi minimi ammessi per la ricezione dei segnali TV terrestri riportati nella tabella in basso , utili per dimensionare il sistema ricevente ovvero per scegliere le antenne più idonee alla ricezione. Per i segnali TV satellitari la stessa guida CEI 100-7 non prescrive campi minimi, ma considera
la necessità di un’antenna parabolica con un diametro non superiore a 100 cm per ricevere segnali satellitari analogici e 80 cm per quelli digitali trasmessi, entrambi, con una potenza compresa tipicamente tra 50 e 52 dBW. Tuttavia, nel caso di impianti collettivi, viene consigliato l’impiego di antenne satellitari con un diametro maggiorato del 50%.

                  campo minimo di ricezione DTT impianto centralizzato

 

Banda III                       38 dBμV/m
Banda IV                       44 dBμV/m
Banda V                        48 dBμV/m
Vi sono situazioni ricettive molto differenti tra  i diversi quartieri di una località o tra le zone urbane e quelle periferiche. Si potrebbe dire che ogni edificio è un caso a sé e prima di realizzare un impianto TV è sempre opportuno eseguire un sopralluogo per studiare quale possa essere il sistema di antenne più idoneo. Questo significa che la scelta di un’antenna dipende essenzialmente dallo stato dei segnali nel luogo dove devono essere ricevuti.